fratelli corrao - studio di ingegneria
home page PROGETTI lavori lo staff curriculum multimedia Cugini Corrao scrivici

ALCUNI DEI PROGETTI ELABORATI NEI NOSTRI STUDI

Metanizzazione della Sardegna: la rete del Gas nel Bacino MET036
(Capoterra, Pula, Sarroch e Villa S. Pietro)
clicca per ingrandire l'immagine
    Il progetto si riferisce all’intervento di realizzazione delle reti cittadine del gas nei comuni di Capoterra, Sarroch, Pula, e Villa S. Pietro e si colloca nel più ampio contesto riferito al Piano di Metanizzazione della Sardegna.
    L’architettura di studio del progetto prevede la realizzazione di una rete di avvicinamento in media pressione, che dal punto di arrivo del metano alimenta uno o più gruppi di riduzione finale dislocati all’interno o in prossimità dei centri abitati serviti, e da una rete di distribuzione in bassa pressione che raggiunge le singole utenze.
    L'intervento si articola in:
- eventuali serbatoi di stoccaggio per il Gpl (in attesa del metano);
- condotte in media pressione per trasportare il gas ai centri abitati da servire;
- gruppi di riduzione finale per abbassare la pressione da media a bassa (sotto i 0,04 bar); - rete di distribuzione in bassa pressione (7a specie) costituita da condotte di distribuzione, derivazioni di utenza, ed apparecchiature necessarie a fornire e misurare il gas ai singoli utenti.

La Piattaforma logistica intermodale nella Zona industriale e nel Porto Cocciani di Olbia
clicca per ingrandire l'immagine

Il Progetto preliminare:

- Gli elaborati tecnici (45 Mb)

- Gli elaborati grafici (164 Mb)
    Il progetto riguarda l'inserimento delle infrastrutture necessarie per poter svolgere la movimentazione delle merci con il sistema dell'intermodalità, facendo interagire i vettori ferro, nave e gomma, nell'ambito della Zona industriale e nel Porto Cocciani di Olbia.
    Il progetto prevede:
- la costruzione di un Raccordo ferroviario che si dirama dalla linea di collegamento principale Olbia-Golfo Aranci, che si dirama da un fascio di presa e consegna per il deposito dei carri in ingresso ed uscita;
- la realizzazione di magazzini, uffici, e locali per gli impianti;
- la posa di un fascio presa e deposito di movimentazione dei carri, un piazzale per i mezzi bimodali, per l'attivazione del sistema "camion su treno", in prossimità del Porto industriale;
- la installazione di un sistema di gru in prossimità della banchina portuale per potervi svolgere le attività intermodali di logistica, con il trasbordo tra treno, camion e nave.
    Nello studio è stata studiata la necessità di collegamento merci con gli aeroveivoli.
    Anche se solo a titolo indicativo, sono stati studiati il tracciato della circonvallazione ferroviaria per aggirare ferroviariamente il centro abitato della città, e la previsione di un nuovo piazzale merci ferroviario.
    E' stato particolarmente curato lo studio del Piano di inserimento ambientale, come previsto dal Piano paesaggistico regionale, e la Interconnessione con il Piano di assetto idrogeologico

Il depuratore della 3A di Arborea
clicca per ingrandire l'immagine pianta
ciclo tecnologico

A) Linea liquami: Sollevamento dallo stabilimento all’impianto - Deviazione e stoccaggio acque particolarmente nocive - Microstacciatura su filtro rotante con stoccaggio del materiale trattenuto - Omogeneizzazione areata - Sollevamento equalizzato - Eventuale neutralizzazione pH - Trattamento chimico–fisico di flottazione - Sollevamento intermedio - Predenitrificazione - Ossidazione biologica a fanghi attivi e nitrificazione - Defosfatazione simultanea - Sedimentazione finale - Disinfezione - Stoccaggio acque depurate - Scarico al corpo ricettore
B) Linea fanghi: Sollevamento e ricircolo dalla sedimentazione finale - Spurgo fanghi di supero biologici - Digestione aerobica fanghi di supero biologici - Condizionamento fanghi biologici con polielettrolita - Disidratazione fanghi biologici su filtropressa - Condizionamento fanghi chimico–fisici con poliammine e polielettrolita - Disidratazione fanghi chimico–fisici su nastropressa - Granulazione con calce - Invio fanghi a discarica
- In merito è scaricabile la relazione dell'Ing. Nello Mauro Corrao: Nuove regole e soluzioni tecniche sugli scarichi dell'industria agroalimentare (tratta dalla rivista Informazione dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari)

CASIC Cagliari - L'Impianto di compostaggio

clicca per ingrandire l'immagine planimetria

    Il progetto riguarda la realizzazione dell'Impianto di trattamento della frazione umida dei rifiuti solidi afferenti all'impianto di smaltimento del Casic di Macchiareddu Grogastu.
    Per consentire all'inceneritore già esistente di poter smaltire la parte secca dei rifiuti con un basso apporto energetico, i materiali provenienti dalla raccolta saranno vagliati, separandone la parte umida da quella asciutta. La prima parte vagliata sarà inviata con appositi automezzi all'impianto progettato, il quale provvederà a trasformarla in compost dopo un ciclo di lavorazione di 30/40 gg.
    Il ciclo tecnologico d'avanguardia prevede sinteticamente un locale di ricevimento, una zona di maturazione con rivoltamento continuo dei cumuli, un'area finale di frantumazione, ed il sito di stoccaggio. I gas prodotti saranno trattati da un impianto di trattamento funzionante a letto di batteri annidati in un mix selezionato di adatto legname.

Copyright © 2003-2009 Corrao Engineering